Red Wine – Bluegrass Country Band

Red Wine – Bluegrass Country 


 Red Wine (ITA)

Bluegrass – Country

Voce/Mandolino + Banjio/voce + Chitarra acustica/voce + Basso/Voce + eventuale batteria
(4-5 musicisti)
 


Red Wine Bluegrass Band Genova IMAGE


Red Wine è una delle più importanti band europee, in attività fin dal 1978, con uno stile che va dal bluegrass tradizionale a quello contemporaneo, dal country al gospel fino allo swing.  Red Wine ha suonato in tutta Europa, partecipando ai maggiori festival internazionali e tenendo concerti in Italia, Francia, Svizzera, Germania, Irlanda, Olanda, Repubblica Ceca e Austria, dividendo il palcoscenico con le più importanti band USA ed europee e conquistando ovunque un grande seguito.
Dal 1995 Red Wine ha regolarmente effettuato tour negli USA, partecipando con successo, tra gli altri, al Bean Blossom Uncle Pen’s Memorial Day Bluegrass Festival (IN), Oklahoma International Bluegrass Festival (Guthrie OK), Walnut Valley Festival Winfield (KS), Bluegrass & Chili Festival (Tulsa-Claremore, OK), Strawberry Bluegrass Festival (Camp Mather, CA), Poppy Mountain Bluegrass Festival (Morehead, KY), Mohican Bluegrass Festival (Greer, OH), The Station Inn (Nashville, TN), e alle edizioni del 1995, 2001 e 2008 dell’ International Bluegrass Music Association IBMA “World of Bluegrass” (Owensboro e Louisville, KY, e Nashville, TN), suonando in svariati Showcase e ricevendone un ottimo gradimento di pubblico e “addetti ai lavori”, ed esibendosi a Fan Fest.
Durante questi tour la band è stata anche ospitata in diverse TV ed in spettacoli live quali: Channel 5 (Memphis, TN), Terry Herd’s Bluegrass Radio Network a Nashville TN e alla Michael Johnathon’s Woodsongs Old Time Radio Hour (Lexington, KY).
Martino Coppo – Mandolino – Voce

Inizia a suonare la chitarra virtualmente all’età di 5 anni, su una racchetta da tennis, e più seriamente (anche se da autodidatta ) a 13, ispirato dal suono acustico di Crosby, Stills, Nash & Young, The Byrds, Bob Dylan e Joni Mitchell. Verso la fine degli anni ’70, affascinato dal suono di Sam Bush, David Grisman, John Hartford, Norman Blake e Tony Rice, dalla chitarra passa al mandolino, intraprendendo un viaggio musicale a ritroso verso le fonti del Bluegrass più tradizionale.

Nel 1981 entra a far parte della Red Wine, con la quale tuttora suona il mandolino e canta la voce solista, e inizia così a viaggiare intensamente in tutta Italia, Europa e, dalla metà degli anni ’90, negli Stati Uniti, con molte apparizioni a festival e locali di tutto il paese.

Numerose le collaborazioni con artisti italiani e statunitensi quali Tony Trischka, Peter Rowan, Beppe Gambetta, Carlo Aonzo, Jim Hurst, Russ Barenberg, Mike Marshall, Kathy Kallick, Chris Jones, Kathy Chiavola, Barry & Holly Tashian, Roberto Dalla Vecchia, New Trolls, Vittorio De Scalzi, La Rosa Tatuata, e soprattutto con il chitarrista blues genovese Paolo Bonfanti, con il quale nel 2014 ha pubblicato il cd “Friend of a Friend”.

Intensa anche l’attività didattica: dal 2007 insegna mandolino bluegrass e folk al camp musicale estivo MinierAcustica presso Urbino; nel 2004 e 2005 chitarra al Guitar Workshop di Beppe Gambetta ad Ambroz in Slovenia, e abitualmente organizza seminari e lezioni private anche via skype. E’ membro del Consiglio di EBMA (European Bluegrass Music Association), in qualità di responsabile del progetto European Bluegrass Pioneers & Personality, destinato a riconoscere e celebrare ogni anno le personalità che hanno maggiormente contribuito alla diffusione della musica Bluegrass in Europa.

 

Silvio Ferretti – Banjo – Voce

Nato nel 1952, l’anno di “Mezzogiorno di fuoco”, il vaccino antipolio, e “Take the A train”. Ha studiato pianoforte per 8 anni, ma poi si dedica seriamente alla chitarra folk con l’avvento dei Beatles, gli Shadows e Paul Simon e soprattuutto per suonare con divertimento.

Ha iniziato a suonare il banjo (e un po’ di chitarra) con Beppe Gambetta nel 1975, e hanno fondato Red Wine nel 1978. Da allora si e’ dedicato a suonare old-time music, inizialmente, e bluegrass con la passione di chi vuole avere “quel” suono che esce dai dischi di Bill Monroe, Flatt & Scruggs, gli Stanley Brothers, e naturalmente su “Will the circle be unbroken” Vol. 1. Con l’eccezione di 2 anni con la Green Cellar Society, l’esperienza col gruppo internazionale Freewheelin’ (molte date, ma sparse in 7 anni), e alcune supplenze con gruppi minori (come Bluegrass Express, e da alcuni anni i Tora Bora Boys di San Francisco), Red Wine é stato la sua “casa” musicale per quasi 40 anni

Per diversi anni, a partire dal 1981, ha collaborato a diverse riviste musicali Italiane o USA (Il Mucchio Selvaggio, Hi, Folks! , Country Store, Banjo News Letter, e Bluegrass Unlimited) con rubriche, articoli, recensioni di dischi e concerti, intavolature, e commenti tecnici di vario tipo sul Bluegrass e sugli strumenti tradizionali americani.

Da circa 18 anni lavora in una liuteria, costruendo e riparando chitarre e banjo e costruendo ponticelli per banjo. I suoi strumenti (e ponticelli) hanno il marchio Scorpion, simbolo di forza e longevità.

Nella sua “altra vita” e’ chirurgo pediatra.

 

Lucas Bellotti – Basso – Voce

A 13 anni gli regalarono un basso. Nonostante marca e modello siano tutt’ora un mistero, lo strumento é ottimo e inizio’ ad appassionarsi.

“I primi anni sono una tortura per vicini e amici. Gli amplificatori non hanno un’uscita cuffie e io non mi pongo il minimo problema a suonare per 5 ore di fila lo stesso passaggio.”

In seguito si iscrive al Conservatorio ed inizia a studiare il contrabbasso classico.

Negli anni intensifica lo studio dello strumento iniziando un’intensa attività concertistica in Italia e all’Estero. (Belgio, Bosnia, Francia, Germania, Inghilterra, Irlanda, Lussemburgo, Olanda, Scozia, Spagna, Stati Uniti, Svizzera).

Si definisce un privilegiato a poter suonare più generi musicali senza diventare un purista preferendo invece cercare di carpirne l’essenza, facendola sua e interpretando ogni genere musicale.

Ha collaborato con grandi musicisti. (Bobby Soul, Les Gastones, Naif Herin, Sensasciou, Zibba e Almalibre, Rebis, Andrea Celeste, Robbo Vigo, Paolo Bonfanti, Dado Moroni, Esmeralda Sciascia, Red Wine, Peter Rowan, Granpa Banana, Marco Fadda, Laura mars, Luca Rossi, Andrea Manzoni, Blind Bonobos, Roberto Pronzano, Patrizia Cavassa, Adriano Evangelista, Sharon Jackson, Gian De Martini, Vanessa Jay Mulder, Bruce James and Bella Black e molti altri).

 

Marco Ferretti – Chitarra – Voce

Nato a Genova nel 1990, si trova subito immerso nella musica e in particolare nel bluegrass, il mio primo amore. Viene fin da subito scarrozzato dal padre Silvio a sentire i Red Wine suonare in giro per l’Europa e gli Stati Uniti. Inizia a suonare il banjo all’età di dieci anni sotto la preziosa guida di mio padre.

Pochi anni dopo nasce l’ interesse per la chitarra e con essa la sua cultura musicale si espande anche verso il rock in varie forme, in particolare con i Led Zeppelin, gli Eagles, i Toto e i Genesis.
Si ritrova così, negli anni del liceo, a suonare la chitarra elettrica in una band rock/pop di coetanei.

Nel 2008 si avvera un suo sogno d’infanzia infatti Martino e Silvio gli propongono di diventare chitarrista dei Red Wine.

Più di recente ha intrapreso studi di solfeggio, pianoforte e chitarra classica e, oltre a Red Wine, suona nella bluegrass band 0039 e si esibisce spesso in duo col chitarrista genovese Bacci Del Buono.

 

 

 

Red Wine Bluegrass Band Genova IMAGE

 

 

Discografia
Audio Video
Rassegna Stampa

 

Times & changes (1998)
Italian cats (2001)
Winter’s come and gone (2007)
Red (2012)
Pickin’ friends(2014)

 

Repertorio

 

Bluegrass – Country

Red Wine Bluegrass Band Genova IMAGE

 

 

Musicisti
Special Guests
Stage Set

 

Martino Coppo: voce e mandolino
Silvio Ferretti: voce e banjio
Marco Ferretti: Voce e chitarra acustica
Lucas Bellotti: Voce e basso
Possibile quinto elemento BATTERIA

 

 

 

See also

Top